BOTTARO

Bottaro Realto rappresenta ancora oggi uno dei marchi leader per la biancheria per la casa grazie soprattutto ai suoi coordinati per la tavola e la cucina.
Le collezioni Bottaro sono realizzate con tessuti di altissima qualità e filati a doppia torsione di prima scelta. Questo viene ottenuto sviluppando disegni e tinte su differenti materiali che, oltre al tessuto in senso classico, comprendono il tessuto plastificato, la spugna, i vassoi e la carta.

Con ogni singola stampa della collezione Bottaro sono quindi realizzati tutti gli articoli che riguardano il mondo della cucina, della tavola e del giardino: grembiuli, presine, guanti, burazzi asciughini, tovaglie, cuscini da sedia e tessuti a metratura per confezionare ogni cosa. Ogni disegno è corredato da una specifica tinta unita, nel desiderio di creare sempre un ambiente allo stesso tempo armonioso e funzionale.

    Bottaro - Tovaglie - borgo Santa Teresa - Torino
    I tessuti e i capi sono prodotti con stampe e tinture con colori al tino (indanthrene) altamente resistenti al lavaggio e allo strofinamento.
    La linea bagno di Bottaro è caratterizzata dalle spugne in cotone idrofilo in 66 colori con elevato coefficiente di assorbimento oltre che rendere il tessuto morbido e setoso al tatto.

    Si offrono servizi di personalizzazione e metratura del tessuto

    Consigli utili

    Essendo i tessuti Bottaro molto particolari, abbiamo deciso di dare qualche piccolo consiglio per il lavaggio e il mantenimento degli stessi nel tempo:
     
    • Lavaggio: un carico di lavaggio leggermente inferiore al normale dà sicuramente un risultato più omogeneo. E' consigliata una temperatura non superiore ai 50° C. E' ipotizzabile un leggero restringimento del prodotto in acqua calda anche se già sanforizzato (lavato).
    • Quantità d'acqua: è normale che una maggiore quantità d'acqua contribuisca ad un risultato di lavaggio più uniforme sia in lavatrice che nel lavaggio a mano.
    • Centrifuga: è consigliabile rimuovere più velocemente i capi dalla macchina per evitare che si sgualciscano eccessivamente e siano quindi difficili da stirare.
    • Asciugatura: per rendere la stiratura più facile è possibile dare un forte urto ai capi ed eventualmente tirare quelli più voluminosi per raddrizzare le fibre.
    • Asciugatura su stendibiancheria: è il metodo più comune ed anche il più ecologico. Ricordiamo che l'asciugatura a macchina potrebbe causare la rottura delle fibre. Se si intende stirare il capo è meglio che ciò avvenga prima della totale asciugatura.
    • Asciugatoi: i tessuti di cotone possono tranquillamente resistere in asciugatoio a temperature non troppo elevate. E' possibile un leggero calo del prodotto ad alte temperature. Evitare l'asciugatoio per capi rivestiti in pvc.
    • Stiratura: il cotone richiede temperature piuttosto elevate. E' consigliabile insistere maggiormente con la stiratura sul bordo del capo passando il ferro preferibilmente nel senso della lunghezza. Inumidendo antecedentemente il tessuto si ottiene un risultato nettamente migliore.
    • Tovaglioli: è preferibile lavare contemporaneamente e con lo stesso detersivo i capi in coordinazione fra loro. Solamente così mantengono una colorazione uniforme. Ciò è particolarmente vero per i tovaglioli: lavare sempre i tovaglioli assieme alla loro tovaglia o alle loro tovagliette all'americana.

    Cosa va evitato

    • L'ammollo è da evitare in tutte le sue forme, soprattutto se i capi sono accompagnati da altri tipi di prodotto non omogenei.
    • Sono da evitare tutti i detersivi che portano la dicitura "sbiancanti ottici" in quanto alterano le colorazioni di qualsiasi prodotto applicando una pellicola sbiancante artificiale sullo stesso.
    • E' sconsigliabile lavare in lavatrice qualsiasi prodotto in tessuto plastificato. Se assolutamente necessario non superare la temperatura di 35° C. Evitare accuratamente la centrifuga. E' possibile una stiratura molto veloce e applicata dal lato non rivestito (in tessuto), con emissione continua di vapore. La prolungata esposizione alla luce solare causa la variazione dei colori nella zona di esposizione e l'ingiallimento del materiale di copertura. Se usato in ambiente esterno l'umidità della notte potrebbe creare della muffa tra il tessuto e lo strato in pvc. In caso di macchie di qualsiasi genere è consigliabile passare una spugnetta entro 2-3 ore onde evitare possibili assorbimenti.
    bottaro a torino
    Share by: